Prostatiti

LA PROSTATITE: UN VERO DRAMMA PER I GIOVANI ADULTI

La prostatite è una malattia diffusissima specie tra i giovani. Si tratta di un’infiammazione della ghiandola prostatica che può presentarsi raramente in forma acuta e più di frequente in forma cronica. Quel che succede a livello fisico è che la ghiandola prostatica infiammata aumenta progressivamente di volume, formando una congestione. I sintomi distintivi sono i disturbi, anche ostruttivi, nell’urinare, senso di pesantezza tra i testicoli e l’ano ed in sede vescicale, dolore in sede rettale, secrezione uretrale e altri. Nel caso in cui questa infiammazione non sviluppi una infezione, l’uso continuativo di antibiotici si rivela oltremodo dannoso, sviluppando spesso fenomeni colitici. Per le suddette ragioni è indispensabile rivolgersi immediatamente a uno specialista in grado di esaminare la situazione corrente. Nel suo studio di Catania, il Dottor Mazzone possiede tutti gli strumenti più avanzati per una corretta diagnosi, che permette di distinguere tra vari livelli di prostatite.

Prevenzione della prostatite

La prostata risente molto dell’alimentazione. Tutto ciò che è considerato irritante, ad esempio cibi troppo salati, cibi piccante, liquori, birra, agisce direttamente sulla ghiandola prostatica alterando il contenuto intestinale. La conseguenza è spesso legata a fenomeni colitici, ragione per la quale è necessario per un paziente prostatitico seguire un particolare regime dietetico. La congestione prostatica è spesso favorita da posizione sedentarie prolungate. Molti pazienti che ne sono affetti, infatti, sono autisti, rappresentanti, motociclisti, ciclisti. Oltre al regime dietetico, l’attività fisica come nuoto e corsa si rivela molto utile.
prostata infiammata

Terapia medica per infiammazioni alla prostata

Corretta alimentazione e sport, dicevamo, ma non solo: la terapia medica è fondamentale in quanto utile a decongestionare la parte. Esistono diversi decongestionanti prostatici che devono essere assunti per lungo tempo. Gli antibiotici, invece, andrebbero somministrati con cautela perché, come già detto, la maggior parte delle prostatiti cronicizzate sono abatteriche: la sintomatologia soggettiva in questi casi consiste in un senso di irritazione, quindi l’antibiotico non serve a nulla. Il Dottor Mazzone si prende in carico il paziente in ogni fase del trattamento, sia riducendo il dolore che trattando eventuali sintomi correlati come la colite.

Compila il modulo presente nella pagina Contatti per fissare un appuntamento 
e inviarci le tue domande

Contatti
Share by: